FLP Affari Esteri

Coordinamento Nazionale

Get Adobe Flash player

Accordo FUA 2009

IPOTESI DI ACCORDO SULL’UTILIZZO DEL FONDO

UNICO DI AMMINISTRAZIONE PER L'ANNO 2009

Premessa

L’Amministrazione e le Organizzazioni Sindacali, tenuto conto di quanto previsto dall’articolo 32 del Contratto collettivo nazionale di lavoro – Comparto Ministeri (CCNL) - 1998-2001, sottoscritto il 16 febbraio 1999, dall’articolo 6 del Contratto collettivo integrativo di Ministero (CCI MAE), sottoscritto in data 3 agosto 2000, per il periodo 1998-2001, e dal Contratto collettivo nazionale di lavoro – Comparto Ministeri – 2006- 2009, sottoscritto il 14 settembre 2007, concordano di disciplinare le modalità di corresponsione del Fondo Unico di Amministrazione 2009.

Disposizioni generali

1. Il presente Accordo disciplina le modalità di utilizzo delle risorse del Fondo relative all’anno 2009 per le finalità indicate nell’articolo n. 3.

2. In sede di contrattazione integrativa a livello di Direzioni Generali e strutture equiparate, le Parti provvederanno all’applicazione del presente Accordo secondo quanto previsto in materia dall’articolo 3, punto 1 del CCI MAE sottoscritto il 3 agosto 2000.

Art. 1

(Risorse finanziarie)

1. Sui capitoli stipendiali risulta una disponibilità pari a € 1.658.338,83 (a lordo degli oneri a carico dell’Amministrazione equivalenti ad € 1.198.394,88 al netto dei predetti oneri), destinata al pagamento delle posizioni organizzative relative all’anno 2009.

2. La disponibilità di bilancio del cap. 1621 (Fondo Unico di Amministrazione) per l’esercizio 2009 - tenuto conto delle detrazioni effettuate ai sensi dell’art. 71 del D.L. 112/2008 per un importo pari a € 39.846,00 e dell’ammontare già impegnato con l’Accordo del 16.7.2008 per la riqualificazione del personale pari a € 102.611,00 - è pari a € 14.368.169,00 (al lordo degli oneri a carico dell’Amministrazione).

3. La predette risorse sono utilizzate per le finalità di cui agli articoli successivi, come indicato negli Allegati nn. 1, 2 e 3 facenti parte integrante del presente Accordo e recanti la dettagliata ripartizione delle risorse finanziarie disponibili tra le varie finalità di cui all’articolo 3 nonché le risorse assegnate ai Centri di Responsabilità.

 Art. 2

(Disposizioni generali per la corresponsione delle singole indennità)

1. Le indennità previste nel presente Accordo dovranno essere attribuite dai Dirigenti nel rispetto di quanto stabilito in materia dal D.Lgs. 165/2001 e successive modificazioni ed integrazioni al fine di garantire un effettivo miglioramento dei servizi dell’Amministrazione.

2. Le Parti concordano che il limite massimo di corresponsione delle indennità giornaliere non può essere superiore a 220 giorni per anno.

3. Saranno considerate giornate di presenza, le assenze dal servizio equiparate alla presenza in servizio dalle norme legislative e contrattuali vigenti, fatto salvo il periodo dal 1 gennaio al 30 giugno 2009 in cui vigono le sole norme di legge (articolo 71 del D.L. 112/2008 convertito in Legge 133/2008).

4. Al personale in posizione di part-time, tutte le indennità previste nel presente Accordo saranno attribuite in misura proporzionale alla percentuale di riduzione della prestazione lavorativa. Al personale in posizione di part-time orizzontale, addetto ai servizi di Sportello, il cui

orario di apertura al pubblico risulta indicato in una apposita tabella affissa all’esterno, la relativa indennità va corrisposta integralmente nel caso in cui gli interessati assicurino il servizio per l’intera fascia oraria di apertura al pubblico dello sportello.

Art. 3

(Utilizzo del Fondo Unico di Amministrazione)

Le risorse che compongono il Fondo, di seguito indicate al netto degli oneri a carico dell’Amministrazione, sono utilizzate per :

A) erogare le indennità previste per gli incarichi relativi alle posizioni organizzative di cui all’articolo 18 del CCNL 1998-2001 per un importo complessivo pari a € 1.361.258,43.

A tal fine – e come specificato nell’Allegato 1 - le Parti concordano di far gravare sul cap. 1621/2009 un importo pari ad € 162.863,55 per coprire la differenza tra lo stanziamento già presente sui capitoli stipendiali per le posizioni organizzative relative all’anno 2009 (€ 1.198.394,88 come detto all’Art. 1, comma 1) e l’onere complessivo per il pagamento delle stesse pari ad € 1.361.258,43.  

B) finanziare turni per fronteggiare particolari situazioni di lavoro. In particolare:

1) finanziare le turnazioni per l’importo massimo complessivo quantificato in € 481.098,75.

Le indennità per turnazione si possono corrispondere a condizione che vi sia un’imprescindibile esigenza da parte dell’Ufficio o Servizio di assicurare l’integrale copertura dell’orario di servizio e che esista una specifica programmazione da parte del Dirigente responsabile. Le indennità per turnazione non spettano in caso di orario flessibile che si articoli durante le ore pomeridiane o serali.

2) finanziare i turni di reperibilità per l’importo massimo complessivo quantificato in € 581.396,31.

I turni di reperibilità devono essere autorizzati con atto formale dal dirigente responsabile soltanto per indifferibili necessità di servizio che non possono essere coperti attraverso l’adozi one di altre forme di articolazione dell’orario. Il predetto atto autorizzativo costituisce documentazione necessaria per la corresponsione dell'indennità per turni di reperibilità. In caso di chiamata in servizio, le ore prestate sono retribuite come lavoro straordinario oppure, su richiesta del dipendente, fruite come riposo compensativo. In entrambi i casi l’indennità di reperibilità non è dovuta.

C) finanziare l’esercizio di compiti che comportano disagi, rischi, gravose articolazioni dell'orario di lavoro ed un maggiore impegno lavorativo. In particolare:

1) finanziare l’indennità per attività presso Unità amministrative ad elevata rilevanza esterna e/o di coordinamento per l’importo massimo complessivo quantificato in € 111.177,76. Tale indennità spetta al personale addetto all’Ufficio Rapporti con il Pubblico e agli addetti al coordinamento della Segreteria Generale, incluso il personale con mansioni di autista.

2) finanziare l’indennità per attività comportanti frequenti contatti con il pubblico e/o connesse allo svolgimento di attività relazionali e/o usuranti per l’importo massimo complessivo quantificato in € 2.748.491,28. Tale indennità, spetta al personale che svolge attività comportanti frequenti contatti con il pubblico, sia interno che esterno, ed al personale che svolge attività da considerarsi usurante per l’ambiente di lavoro, incluso il personale con mansioni di autista. L’individuazione del personale a cui spetta la presente indennità compete ai dirigenti responsabili.

3) finanziare l’indennità per attività disagevoli connesse alla gravosità delle articolazioni dell’orario e dei carichi di lavoro per l’importo massimo complessivo quantificato in € 1.279.702,19. Tale indennità è corrisposta, in ragione della gravosità dell’articolazione dell’orario, agli addetti alle Segreterie di Direzione Generale e di Servizi, agli addetti alla preparazione della rassegna stampa, al personale adibito allo svolgimento di mansioni propedeutiche alle attività di ufficio.

La stessa indennità è anche corrisposta al personale che svolge prestazioni di lavoro caratterizzate da particolare difficoltà dovuta alle materie trattate, dal maggiore impegno richiesto, dalla gravosità dei carichi di lavoro.

4) finanziare l’indennità per il personale addetto al Centralino telefonico del SICC per l’importo massimo complessivo quantificato in € 16.659,59. Detta indennità spetta al personale adibito al predetto servizio. Ai centralinisti non vedenti o portatori di handicap gravi spetta un’indennità maggiorata.

5) finanziare l’indennità per attività di coordinamento o gestione contabile per l’importo massimo complessivo quantificato in € 91.384,92.

La presente indennità spetta al personale che, nell’ambito di una Direzione Generale o Servizio, svolge, su incarico specifico del Responsabile della Struttura dirigenziale generale, funzioni di coordinamento delle rilevazioni analitiche o gestione di dati contabili, ai fini della predisposizione del bilancio economico e finanziario.

D) compensare l’esercizio di compiti che espongono a specifiche responsabilità amministrative e penali. In particolare:

1) finanziare - per l’importo massimo complessivo quantificato in € 670.318,45 - la corresponsione di una specifica indennità al personale cui sono stati formalmente conferiti incarichi istituzionali per l’assunzione di responsabilità amministrative e penali;

2) finanziare la corresponsione al personale cui sono stati conferiti gli incarichi previsti dalla legge 626/94 e dal decreto legislativo 81/08 una specifica indennità per l’assunzione delle responsabilità derivanti dall’incarico, per l’importo massimo complessivo quantificato in € 92.392,68.

E) Finanziare il fondo di cui all’art. 32 del CCNL 2006-2009

Ai sensi del comma 2 dell’art. 32 del CCNL 2006-2009, è riservata alla contrattazione di posto di lavoro di cui all’art. 4, comma 3, lett. B), del CCNL del 16 febbraio 1999, una quota non inferiore al 20% delle risorse del Fondo unico destinate dalla contrattazione integrativa di livello nazionale di amministrazione alla produttività. A tale scopo è riservata alla contrattazione a livello di CdR un importo complessivo di € 4.585.101,10.

Ogni CdR utilizzerà le somme ad esso assegnate, indicate nell’Allegato n. 3, per premiare la produttività individuale e organizzativa dei dipendenti che abbiano consentito di conseguire – anche attraverso specifiche attività – il miglioramento del livello qualitativo e quantitativo dei servizi, l’accelerazione e semplificazione delle procedure (anche interne, amministrative e di supporto) e una maggiore economicità di gestione, applicando i seguenti criteri: impegno e apporto individuale all’efficiente svolgimento dell’attività dell’Ufficio o del Centro nonché al conseguimento del risultato prefisso; contributo e competenze professionali in attività finalizzate al miglioramento del livello quantitativo e qualitativo dei servizi o al conseguimento di una maggiore economicità di gestione; contributo ad attività del Centro di appartenenza miranti alla risoluzione di particolari criticità e/o per far fronte a situazioni di emergenza.

Art. 4

(Delegazione di parte pubblica)

1. Presso ciascun CdR verrà costituita, con ordine di servizio del Titolare del CdR, una delegazione di Parte pubblica composta da non più di 5 persone, incluso il capo delegazione che non deve essere destinatario di compensi FUA. Si intendono esplicitamente richiamate le norme relative alla composizione della delegazione di parte pubblica nella sede negoziale del Centro di Responsabilità, di cui all’articolo 10, comma 1, n. II del CCNL del 16 febbraio 1999.

2. La predetta delegazione dovrà negoziare con la controparte sindacale l’utilizzo del fondo di incentivazione assegnato al CdR e ottemperare agli altri adempimenti derivanti dall’applicazione del presente Accordo.

3. I nominativi dei componenti delle delegazione di parte pubblica dovranno essere comunicati alla DGRO-URS.

Art. 5

(Esclusioni)

Si intendono esclusi dai benefici previsti dal presente Accordo:

1. il personale che opera presso gli uffici di diretta collaborazione del Ministro e che percepisce le indennità di cui all’art. 7 del DPR n. 233 del 24.5.2001;

2. il personale che opera presso l’Unita di Crisi, che ai sensi dell'art. 9 della legge n. 152/2005, è destinatario di un trattamento economico accessorio onnicomprensivo;

3. il personale che opera presso il Commissariato Generale Governativo Expo Universale Shanghai 2010, tenuto conto che tali dipendenti sono destinatari dei compensi previsti per l’attività da loro svolta presso detto Organismo;

4. il personale che opera presso il Commissariato Governativo Expo Saragozza 2008, tenuto conto che tali dipendenti sono destinatari dei compensi previsti per l’attività da loro svolta presso detto Organismo.


Roma,

IL DELEGATO DEL MINISTRO

Il Vice Direttore Generale per le

Risorse Umane e l’Organizzazione

Min. Plen Renato Varriale ________________________

FP CGIL - Esteri_________________________________

FPS CISL - Esteri________________________________

UIL PA - Esteri__________ _______________________

CONFSAL UNSA - Esteri________________________

FLP___________________________________________

RdB P.I.___________________________________________

Federazione Intesa_______________________________

 

ALLEGATO 1

Quadro riassuntivo risorse ed impieghi Fondo 2009

Risorse su capitoli stipendiali per posizioni organizzative al lordo oneri riflessi € 1.658.338,83 - Oneri riflessi € 459.943,95 = Saldo netto disponibile per la contrattazione (lordo dipendente) € 1 . 1 9 8 . 3 9 4 , 8 8 Onere relativo a posizioni organizzative da imputare a cap. 1621/2009 (lordo dipendente) € 162.863,55 Totale onere posizioni organizzative (lordo dipendente) € 1.361.258,43 Stanziamento cap. 1621/2009 per altre indennità FUA al lordo oneri riflessi € 14.368.169,00 

-

Onere relativo a posizioni organizzative da imputare a cap. 1621/2009 (lordo Amministrazione) € 225.370,59 = Risorse disponibili € 14.142.798,41 - Oneri riflessi € 3.485.075,41 = Saldo netto disponibile per la contrattazione (lordo dipendente) € 1 0 . 6 5 7 . 7 2 3 , 0 0

di cui:

Onere indennità specifiche (lordo dipendente) € 6.072.621,90 Risorse per finanziare il fondo di cui all'art. 32 del CCNL 2006-2009 (lordo dipendente) € 4.585.101,10


ALLEGATO n. 2

Risorse: art. 3, lett. A) Posizioni organizzative 1.361.258,43 Indennità specifiche: Risorse: art. 3, lett. B), comma 1) Turnazioni 481.098,75 art. 3, lett. B), comma 2) Reperibilità 581.396,31 art. 3, lett. C), comma 1) Attività incidenti sul rapporto cittadino e amministrazione ad elevata rilevanza esterna e di coordinamento 111.177,76 art. 3, lett. C), comma 2) Attività comportanti frequenti contatti con il pubblico e/o connesse allo svolgimento di attività relazionali e/o usuranti 2.748.491,28 art. 3, lett. C), comma 3) Attività disagevoli connesse alla gravosità dell'articolazione dell'orario e dei carichi di lavoro 1.279.702,19 art. 3, lett. C), comma 4) Indennità di centralino 16.659,56 art. 3, lett. C), comma 5) Indennità di coordinamento e gestione contabile 91.384,92 art. 3, lett. D), comma 1) Assunzione di responsabilità amministrative e penali 670.318,45 art. 3, lett. D), comma 2) Incarichi previsti dalla Legge 626/94 e dal D.Lgs. 81/2008 92.392,68 Totale onere indennità specifiche 6.072.621,90 art. 3, lett. E) Produttività 4.585.101,10


CCNL Ministeri








LA DOLOROSA STRADA